cellulite

CellulitePDFStampaE-mail
Cellulite, chiamata anche la Panniculopatia Edemato-Fibro-Sclerotica (PEFS), è un affezione micro-vascolo-connettivale ad evoluzione sclerotica.

La Cellulite è un termine improprio, poiché la patogenesi di tale panniculopatia non è infiammatoria, come il suffisso “ite” lascerebbe pensare. Tuttavia, è un termine ormai entrato nell’uso comune, tanto da essere universalmente accettato.

Tale alterazione interessa la stragrande maggioranza del sesso femminile e rappresenta un fastidioso inestetismo dovuto a un’alterazione dell’equilibrio dei sistemi venoso e linfatico che provoca una stasi dei liquidi negli spazi intercellulari.

L’adiposità localizzata, entro certi limiti, deve essere considerata come una presenza normale del corpo femminile.

 

CelluliteI fattori predisponenti sono:

-familiarità

-squilibri ormonali

-disturbi circolatori degli arti inferiori

-disordini alimentari

-sedentarietà

-abuso di farmaci

-stress psico-emozionali

-indumenti incongrui

Si possono individuare tre forme di cellulite:

-compatta

-edematosa

-molle

 

La cellulite compatta è dura, adesa ai piani profondi, granulosa e a volte dolorosa al tatto, non si modifica con la posizione. Si localizza alla faccia postero-laterale delle cosce, parte interna delle ginocchia. Colpisce prevalentemente le donne anziane.

La cellulite edematosa è di consistenza pastosa con nodosità, è molto dolorosa al tatto o anche spontaneamente. Viene accompagnata da ritenzione idrica (edemi, pesantezza alle gambe, varici agli arti inferiori). Si presenta agli arti inferiori, spesso con aspetto di “gamba a colonna”.

La cellulite molle è un tessuto spongioso, mobile sui piani profondi, si modifica con la posizione. Interessa prevalentemente la parte interna delle cosce, le braccia. Spesso sono presenti le smagliature, espressione della rottura delle fibre elastiche della cute.

Appare spesso dopo un dimagrimento rapido.

 

Trattamento

Cellulite trattamentoStile di vita:

dieta ipocalorica, con abbondanza di fibre

-evitare l’abbigliamento che ostacola la circolazione

-attività fisica di tipo aerobico

Cellulite compattaCellulite edematosaCellulite molle
-mesoterapia

-ultrasonoterapia

-massoterapia

-attività fisica

-metodiche termali

-mesoterapia

-pressoterapia

-massoterapia

-metodiche termali

-attività fisica

 

-massoterapia

-metodiche termali

-attività fisica

 

 

 

Le metodiche termali utili sono:

-crenoterapia con acque solfuree, salsobromoiodiche, salsosolfate, carboioniche

-balneoterapia

-idromassaggio

-fanghi solfurei e salsobromoiodici

-grotte saline

 

Rimedi naturali anticellulite

E’ bene chiarire che la cellulite è un disturbo complesso con un vero e proprio rimaneggiamento della struttura del tessuto connettivo. Si possono notare i seguenti fenomeni:

– le fibre del tessuto connettivo “strozzano” le cellule adipose

– i vasi sanguigni e linfatici sono intasati e non permettono un buon drenaggio delle tossine che ristagnano nel tessuto adiposo, alterando il metabolismo cellulare

– le terminazioni nervose bloccate mandano messaggi dolorosi

Secondo l’Omotossicologia la cellulite è l’espressione della lotta dell’organismo contro le tossine che , introdotte per esempio con l’alimentazione o con i farmaci, o prodotte dal catabolismo cellulare, si accumulano nel tessuto.

Il primo consiglio alla paziente con la cellulite deve consistere nella disintossicazione del corpo attraverso un regime alimentare corretto per evitare un’ulteriore l’introduzione delle tossine. Contemporaneamente si deve impostare una terapia drenante.

Date queste premesse, i trattamenti anticellulite avranno successo.

 

Rimedi utili per smaltire le tossine sono:

– LYMPHOMYOSOT 20 gtt 2 volte al giorno per attivare la circolazione linfatica e canalizzare le tossine in essa.

– GALIUM HEEL, 20 gtt 2 volte al giorno per detossificare e drenare il derma.

Per attivare l’escrezione delle tossine possono essere utili:

– NUX VOMICA HOMACCORD, 10 gtt 3 volte al giorno per regolare la funzionalità del sistema digerente, drenaggio del tratto gastrointestinale.

– SOLIDAGO COSMOPLEX, 10 gtt 3 volte al giorno per attivare l’escrezione renale.

– CARDUUS COSMOPLEX, 10 gtt 3 volte al giorno per stimolare la funzionalità epatica e biliare.

– ENDOTOX 2, 20 gocce 2 volte al giorno per stimolare la funzionalità intestinale e favorire l’eubiosi.

Per le persone con insufficienza venosa e  gambe pesanti:

– AESCULUS HEEL 10 gtt 3 volte al giorno per le persone con insufficienza venosa, gambe pesanti.

 

Tutti i rimedi sopra menzionati possono essere assunte insieme per almeno 2-3 mesi, versando 40 gocce in una bottiglietta d’acqua. Il contenuto della bottiglia va sorseggiato nell’arco della giornata. La terapia può essere ripetuta con intervalli di un mese più volte all’anno

 

I commenti sono chiusi