Rosacea – Dermatologia Milano

La rosacea è un disturbo complesso e multifattoriale localizzato sul viso, con andamento cronico-recidivante ed un notevole impatto sulla qualità della vita del paziente.

In generale è più comune nella popolazione caucasica, meno frequente negli africani e negli asiatici.
La rosacea è molto più frequente nei fototipi chiari.
La malattia può interessare guance, naso, palpebre, mento e fronte.
Per la diagnosi della rosacea si seguono le raccomandazioni della National Rosacea Society (NRS) che indicano l’eritema transitorio o persistente, le teleangectasie e le papule/pustole infiammatorie come manifestazioni cliniche primarie. Le manifestazioni secondarie sono l’ispessimento cutaneo (fima), l’edema, il bruciore o sensazione puntoria, la sensazione di xerosi cutanea e l’interessamento oculare.
La classificazione classica prevede i seguenti sottotipi di rosacea:

  1. eritemato-teleangectasica. Si presenta con diversi gradi di gravità, dalle vampate di rossore occasionali all’eritema e le teleangectasie persistenti.
  2. papulo-pustolosa. Le lesioni infiammatorie si acompagnano ad eritema.
  3. sottotipo 1 o 2 con interessamento oculare. Il coinvolgimento oculare interessa circa il 50% dei pazienti.
  4. fimatosa (iperplasia del tessuto connettivo e delle ghiandole sebacee). Il tipo più comune è quello che interessa il naso (rinofima).

I processi infiammatori in questa patologia sono considerati il risultato di una particolare immunoreazione che si sviluppa su una base genetica multifattoriale. Le alterazioni funzionali del sistema immunitario determinano una corrispettiva alterazione del microambiente cutaneo con incremento di alcuni microrganismi normalmente presenti sulla superficie cutanea (soprattutto Demodex folliculorum).
I fattori aggravanti e scatenanti della rosacea sono raggi UV, stress, sbalzi di temperatura, esercizio fisico intenso, bagni caldi, sauna, menopausa, alcol, alcuni farmaci ( retinoidi topici, corticosteroidi, amiodarone).
La terapia consente di migliorare i sintomi e le manifestazioni cliniche e utilizza:

  • preparazioni topiche:
    • Brimonidina ( vasocostrittore e antinfiammatorio)
    • Ivermectina e Metronidazolo ( attività antinfiammatoria e antiparassitaria)
  • Terapia sistemica:
    • Antibiotici Limeciclina e Doxiciclina
  • Terapie fisiche (laser, luce pulsata, terapia fotodinamica)

La necessità di stabilire con il paziente un’ottimale alleanza terapeutica, suggerisce al dermatologo moderno di ampliare i propri orizzonti e proporre la possibilità di terapia “non convenzionale”,  come fitoterapia, omeopatia, integratori dietetici, ecc.

Per prenotare una visita a Milano:
STUDIO MEDICO
Via Costanza 17/angolo Via Romolo Gessi 8, Milano (Zona Via Washington)
Tel. 338.922.0573

I commenti sono chiusi